Perdonare un tradimento? Ecco alcuni consigli utili

By 19 giugno 2018Tradimenti
perdonare un tradimento

Perdonare un tradimento è segno di debolezza o un grande gesto d’amore? Sono tante le coppie che prima o poi si trovano di fronte a questa situazione e spesso, sia per rabbia che per amor proprio ferito, si rischia di perdere tutto!

Per cosa, poi! Un banale tradimento! Si, banale, perché spesso il tradimento non è altro che una semplice sbandata, un’avventura che si è conclusa dopo una notte.

Beh, spesso è così, mentre purtroppo in certi casi la storia prosegue parallela alla storia ufficiale (come nella relazione extraconiugale analizzata  qui).

Ma quindi, cosa fare? Diciamo che in questi casi dare una risposta non è affatto semplice, soprattutto se è la donna ad essere tradita ed è quindi lei a decidere se perdonare o meno!

Prima di entrare nel vivo del discorso del perdono è comunque importante sottolineare alcune cose: ad esempio, bisogna capire se il tradimento avviene in una fase della vita in cui si è più grandi di età. Sembra assurdo, ma invece è così: in età più matura il tradimento probabilmente si accetta ancora meno, ma cresce invece la possibilità del perdono!

In parole povere, chi è più avanti negli anni è più responsabile e vuole concedere all’altro un’altra chance! Inoltre, sempre parlando di perdono dopo un tradimento, bisogna capire che tipo di rapporto c’è tra due partner, ovvero se tra la coppia sussiste una sorta di tacito accordo sulle scappatelle.

Esistono infatti coppie che stanno insieme consapevoli di concedersi determinate libertà, quindi il perdono diventa sottinteso e scontato per entrambi!

Certo, ovviamente deve trattarsi di qualcosa di occasionale, ma è chiaro che se si tratta di un’abitudine il perdono può anche scordarselo, a meno che la persona che subisce il tradimento non riesce a fare a meno dell’altro e non riesce a concepire la propria vita senza.

E dobbiamo ammettere che queste persone ci sono, eccome! In questo caso, dispiace dirlo, ma non si tratta affatto di amore, bensì di debolezza. Quando invece si tratta di amore, la coppia torna ad essere più felice e salda di prima! Ecco alcuni consigli utili per perdonare un tradimento.

Come perdonare un tradimento e rialzarsi senza timori

Quando le crisi di coppia si verificano è inevitabile il tradimento. Ma poiché, come già detto, imparare a perdonare un tradimento rende più forti e anche più felici, ecco come fare per non soccombere e rialzarsi senza paura.

Ecco come perdonare un tradimento:

Distinguere i tradimenti

I tradimenti si distinguono per tanti aspetti, ma in particolare a saltare all’occhio è il comportamento del partner. Quando bisogna capire se ci sono i presupposti per perdonare?

Ovviamente se tra la coppia vi è ancora amore, il che potrebbe essere una buona base per ricominciare. In caso contrario, una unione dopo il tradimento sarebbe inutile e al primo errore commesso, quest’ atto grave verrà rinfacciato causando spiacevoli conseguenze. E’ importante tornare ad avere fiducia nell’altro, altrimenti ogni sforzo potrebbe essere vano.

La fiducia e il perdono sono due componenti essenziali per tornare ad essere felice.

Trasformare le emozioni negative in positive

Prima di poter prendere una decisione la prima cosa da fare è stare bene. Trasformare le emozioni negative in positive è la condizione fondamentale per gestire meglio una sofferenza così grande come il tradimento e per arrivare al perdono bisogna passare attraverso un processo personale che deve tenere conto come fine ultimo il proprio benessere personale!

Essere consapevole di voler essere felici

La consapevolezza di voler raggiungere la felicità, qualunque sia il percorso da affrontare, deve essere una priorità e fare un’analisi di ciò che è successo e dei motivi che lo hanno provocato fa sentire il perdono già molto più vicino di quanto si creda. Valutare la realtà in cui si vive è una buona cosa per dirigersi verso il perdono.

Avere più autostima aiuta a perdonare un tradimento

E’ fuori ogni dubbio che un tradimento spesso innesca pensieri negativi che vanno dal pensare ad avere trascurato la propria metà ad addossarsi la colpa di non essere stati abbastanza affettuosi, seducenti i comprensivi.

Chi viene tradito si sente addirittura in colpa ma invece bisogna sottolineare che non è così: non siete stati voi a decidere di essere traditi, ma l’altro a farlo quindi non avete alcuna colpa di quanto accaduto.

Non siete responsabili di qualcosa che non avete commesso, per cui cominciate a recuperare la vostra autostima, un passaggio importante per poter prendere poi una decisione, ovvero quella di perdonare… o meno.

E’ il momento di dare un valore a se stessi e riconoscere i propri meriti anche se siete stati traditi. Siete più forti, quindi, perché potete valutare da un altro punto di vista la situazione e avete la libertà di fare la scelta migliore, per voi e per la vostra relazione, se vi va, senza tenere conto di cosa pensano gli altri.

Certo, scegliere di perdonare un tradimento è spesso impopolare, ci si scontra con la disapprovazione e il giudizio degli altri, che pensano sia sbagliato perdonare chi ha tradito.

Ci si scontra anche con l’amor proprio e ci si può sentire umiliati perdonando chi ha tradito. In realtà il perdono non è mai umiliante, e proprio per questo, prima di affrontarlo, è importante fare un percorso personale di autostima: cominciare a lavorare su se stessi favorisce una scelta sincera e libera dalla sofferenza che fa stare male.

Fino a che starete male, non ci saranno possibilità di perdono. Quindi, liberarsi dalle emozioni negative e dalla paure è fondamentale per poter arrivare al perdono.

Come perdonare un tradimento cercando di capire i veri motivi

Mettersi nei panni di un altro può cambiare la visione di un gesto o di un’azione? Di certo non modifica ciò che è avvenuto, ma comunque ne modifica la visione. Ma per riuscire a capire i motivi del tradimento e potersi avvicinare al perdono bisogna anche superare questa soglia e scindere l’azione condannata dalla persona.

Ecco, adesso è sicuramente più semplice: pensando solo al tradimento in sé e cercando di capire le ragioni per cui è avvenuto si inizia a scavare su più fronti: il tradimento significa assenza d’amore?

oppure è un motivo per non potersi mai più fidare di una persona? O ancora è la prova che questa persona non vi ama come diceva? Se pensate quanto sia difficile amare dovete anche riflettere sul fatto che si può anche decidere di cambiare. Essere stati traditi non vuol dire che non si può essere più felici, perché siete voi a scegliere di esserlo e non gli altri.

Anche se si è consapevoli che nulla sarà più come prima, è fuori dubbio che peggio e meglio dipendono da noi stessi, e che è proprio questo il momento di agire. Entrare nelle debolezze e nelle fragilità dell’altra persona, riconoscerle e pensare che al posto suo avreste potuto esserci voi sarà il passo decisivo che vi condurrà verso il perdono.

Perché nessuno di noi può dire di non aver mai commesso un errore, e questo non vuol dire giustificare, ma ammettere di sbagliare perché si va sempre incontro alla ricerca della felicità, di quel qualcosa che ci fa stare bene e a cui tutti aspiriamo, ma per la quale si fanno anche degli errori.

Come farsi perdonare un tradimento

Avete tradito e adesso vi viene voglia di fuggire? Eh, no, troppo comodo! Le emozioni che avete provato nel tradimento sono state pur sempre emozioni e adesso fuggire non ha senso.

Neanche rifugiarsi nell’alcol, giocare d’azzardo, dedicarsi allo shopping o altro può sollevare completamente dallo stato d’animo che si prova quando si è consapevoli di aver tradito, ma si è consapevoli al tempo stesso di quella che era un’amozione positiva cercata e voluta.

Un tradimento è una valvola di sfogo per chi durante la giornata passa attraverso delusioni, frustrazioni, difficoltà, insoddisfazioni: anche queste sono emozioni, solo che sono negative e per sfuggirle il tradimento diventa scontato, perché molto spesso si tratta solo di sesso e non di amore. E’ un circolo vizioso, però, perché quando si pensa che dopo si dovrebbe stare meglio, l’effetto in realtà dura poco!

Il senso di vuoto che molte volte si prova dopo un tradimento lascia addosso una sensazione strana, quasi di tristezza. E allora, come farsi perdonare un tradimento? Imparando ad amare davvero e liberarsi del dolore per tornare a vivere con gioia. Prendendo il tradimento come una grande occasione per guardarsi dentro e scoprire cosa c’è che non va nella coppia per recuperare.

Avendo tradito si riesce a capire meglio come può sentirsi l’altro e cosa può provare e quindi si ha maggiore percezione della sua sensibilità. In effetti, se riflettete bene, anche voi avete tradito per cercare quella che in fondo un po’ tutti cerchiamo: la felicità.

E’ il desiderio di chi tradisce, è ciò che cercano le coppie, ed è anche quello che cerca chi è stato tradito. La felicità è il vero grande obiettivo e tutto quello che pensiamo ci porterà a destinazione diventa la strada da seguire.

Non importa se tradire significa far soffrire qualcuno, oppure perdonare anche se si è stati traditi, tutto passa in secondo piano quando si pensa, o si spera, di poter essere felici. Per perdonare un tradimento è necessario comprendere che chi ha tradito lo ha fatto per cercare quella felicità che non trovava, per sfuggire alle negatività che percepiva.