donne-sposate-tradiscono

Donne che tradiscono il proprio marito: 7 motivi principali

Perché le donne sposate tradiscono i mariti? Se hai già letto il nostro articolo sul perché si tradisce  hai già qualche informazione sulle corna al femminile.

Eppure non bastano quegli accenni, perché l’universo dei tradimenti in rosa merita senza ombra di dubbio un approfondimento. Naturalmente bisogna prima specificare una cosa: una donna potrebbe tradire per un motivo diverso dalle altre, quindi non bisogna mai generalizzare.

Detto questo, è comunque possibile sfatare sin da subito un mito: le donne tradiscono tanto quanto gli uomini. Ecco perché può essere interessante scoprire i motivi che le spingono verso una o più relazioni extraconiugali.

Perché le donne tradiscono lo sposo?

Prima di tutto, bisogna partire dal motivo più intrinseco del pacchetto, ovvero la genetica. Secondo uno studio condotto dall’Università di Utrecht, le donne mettono le corna anche per una questione genetica, proprio come accade con gli uomini.

La ragione è legata alla presenza di una componente nel DNA, che rende certi individui maggiormente propensi al tradimento.

Andando oltre la semplice questione dei geni, però, è possibile individuare due grandi aree: all’interno di queste due, si possono poi suddividere le varie motivazioni di questo atto.

La prima macro-area è quella legata, appunto, alla natura dell’essere umano (dunque genetica e istinti). La seconda, invece, include tutte le motivazioni di carattere umorale e sentimentale: basti pensare a sentimenti quali l’infelicità e il forte desiderio di vendetta, insieme alla delusione e al calo dell’autostima.

Di seguito, dunque, analizzeremo singolarmente i motivi più importanti che generano un tradimento.

Le donne tradiscono per carenze affettive?

Quando un matrimonio si prolunga per molti anni, all’interno della coppia qualcosa si fossilizza o si rompe. Spesso le routine diventano fisse, noiose e sempre più lontane da uno scambio reciproco di attenzioni e si sa le mogli insoddisfatte tendono a tradire.

Quando succede questo, le carenze di affetto possono spingere una donna a ricercare un partner alternativo. In questo caso il sesso diventa una componente primaria, perché il vero intento è trovare una spalla che possa regalare attenzioni a più livelli.

È chiaro che rimane comunque il limite dei sentimenti: una donna che tradisce per le carenze affettive difficilmente ricerca un’altra fonte di amore. Ad ogni modo, questo potrebbe anche succedere.

Ecco perché si deve fare una distinzione fra attenzioni fisiche e attenzioni emotive. Poi è chiaro che esistono dei vari livelli intermedi, che possono vedere in gioco sia le prime che le seconde. Tutto, come detto, dipende dalla situazione di quella donna.

Mancanza di apprezzamento dal partner?

La mancanza di attenzioni sessuali e fisiche fa il paio con la mancanza di apprezzamento. Ciò vuol dire che una donna potrebbe sentirsi sminuita all’interno di un rapporto di coppia. In questo caso il partner finisce per dedicarle poco spazio e poco tempo.

Non è detto che si tratti di un atteggiamento voluto: magari lui sta spesso fuori per lavoro, mentre alla donna tocca curarsi dei figli e della casa.

In questa situazione di totale abbandono, la donna sente il desiderio di tornare ad essere apprezzata, uscendo fuori da quell’angolino e dal suo guscio forzato.

Una donna così viene messa spalle al muro, e spesso la scappatoia viene incarnata dalla possibilità di intrattenere una relazione extraconiugale. Si parla di una vera e propria via di fuga, che ha come obiettivo la ricerca di quei complimenti e di quelle lusinghe oramai sparite da anni dal radar domestico.

Mogli insoddisfatte e voglia di sesso

Quando si parla di sesso e tradimenti, bisogna fare una distinzione. Ci sono donne che tradiscono il marito per via della mancanza del sesso nella relazione coniugale, e donne che tradiscono il proprio marito perché invece ne desiderano di più.

Nel primo caso si tratta di una reazione del tutto naturale: essendo il sesso un’esigenza fisica primaria, la sua totale assenza può spingere qualsiasi donna verso un rapporto extraconiugale. Nel secondo caso, invece, chi tradisce cerca un “plus”, dunque un partner sessuale diverso dal proprio.

Qui entrano in ballo sentimenti quali la curiosità di sperimentare cose nuove, e la consapevolezza che il proprio uomo non le accetterebbe mai. In questi casi entra in gioco il dilemma più scottante della sfera sessuale odierna: l’essere umano è monogamo per natura?

No, ed è per questo che certe donne sentono la necessità di cambiare letto, per una questione di istinto e di senso di libertà.

Non si tratta dunque di un atteggiamento da condannare perché, come detto, ci si trova in presenza di elementi propri del DNA. Non a caso, esistono coppie che si definiscono aperte e che vanno con partner diversi, superando il problema logistico del “tradimento”.

Quando il tradimento diventa un segnale

Alle volte il tradimento di una donna sposata nasce come strumento o segnale diretto per il proprio partner. In queste circostanze non viene assolutamente nascosto, e non nasce da esigenze prettamente fisiche.

Di fatto, si tratta di una sorta di comunicazione (anche se piuttosto brutale) al proprio compagno: “Con te non voglio più starci, vado con altri perché considero chiusa la nostra relazione”.

Perché non dirlo chiaramente, invece di ricorrere alle relazioni extraconiugali? Perché probabilmente viene a mancare il coraggio, o perché lui non sembra aver colto tutti gli altri messaggi precedenti. Alle volte si tratta anche di un comportamento inconscio.

Le donne che tradiscono il marito per vendicarsi

La vendetta è uno dei sentimenti più forti e pericolosi in assoluto. Quando una donna viene provocata o messa alle strette, anche se fedelissima, può usare il tradimento come mezzo per vendicarsi del proprio uomo.

Nella maggior parte dei casi le donne vendicatrici tradiscono solo dopo aver subito, a loro volta, un tradimento da parte del coniuge. Diciamo che è un modo per fargliela pagare, e per fargli sentire cosa si prova ad essere traditi. In altri casi, invece, il tradimento non è la risposta ad un paio di corna. Può anche essere una reazione ad un litigio, e tutto dipende dal carattere.

Tradire per un bisogno di seduzione

È un discorso che vale per gli uomini, e anche per le donne. Esistono persone che nascono seduttrici, al punto da diventarne dipendenti. La seduzione, quindi, non diventa un’arma di conquista quanto piuttosto una droga.

Una donna, sposandosi, non perde questo vizietto. Se una persona è nata seduttrice, continuerà ad esserlo anche da sposata. Dunque ricercherà nuovamente queste sensazioni, stavolta affidandosi a numerose storie clandestine.

Di solito le donne di questo tipo vengono caratterizzate da elementi specifici: spesso sono vere dominatrici, molto emancipate, e amano avere il controllo su tutto. Ovviamente si tratta di donne dotate anche di una fortissima autostima, e spesso egocentriche fino al midollo.

Le donne che tradiscono il marito per noia

Anche la noia può diventare un rischio all’interno di una coppia. È come sempre una questione di routine, che sembrano rendere le giornate tutte uguali.

C’è chi si inventa un hobby, chi si iscrive in palestra, chi esce con le amiche e chi si dedica persino al volontariato. Poi ci sono le donne che tradiscono per ingannare la noia, e in fondo anche questo può essere visto come un “passatempo” (anche se tutt’altro che innocente!).

Perché semplicemente succede

Perché una donna tradisce? Perché semplicemente può capitare. Sebbene molti possano pensare al tradimento come qualcosa di pianificato, nella maggior parte dei casi non è così. Se da un lato ci sono le traditrici seriali, dall’altro si trovano le donne che mettono le corna una tantum.

Magari una sola volta nella propria vita. Può bastare l’uomo sbagliato al momento sbagliato, per spingere la più fedele delle donne a cadere in tentazione.

Torna su