Lui sposato io single

Lui sposato io single: 8 regole per la vita da amante

Lui sposato io single

Essere l’amante ha degli evidenti svantaggi se non si prendono le giuste precauzioni, soprattutto se si è amanti di qualcuno sposato quando noi siamo single. Come difendere la propria libertà senza creare rotture o fare raffreddare un rapporto?

La prima cosa da fare è convincersi di essere uno svago per l’altra parte, quindi bisogna fare in modo di vivere la storia in modo sereno, per non avere delusioni forti che possono spezzare il cuore, soprattutto se si è innamorati.

Ecco le otto regole da seguire per chi è un single amante di qualcuno sposato, fondamentali per uscire indenni da una relazione con una persona già impegnata che non vuole dare più di tanto all’amante e che sicuramente non avrà mai intenzione di dare di più.

  1. Imporsi di dare tanto quanto si riceve

Mai dare più di quanto si riceve dal partner: questa regola è fondamentale per un amante single che intrattiene una relazione con una persona sposata. Telefonate e richieste devono essere misurate e non troppo frequenti, così da creare un certo distacco e non prendersi troppe libertà.

  1. Evitare di rimanere fedeli

Chi ha detto che bisogna essere assolutamente fedeli? Mai dare l’esclusività a chi sta già tradendo un partner, si rischia di appartenergli e di pendere dalle sue decisioni.

Meglio rimanere in uno stato di duplicità, proprio come fa l’amante, e considerarsi single una volta che non si è in sua compagnia. Si impara a ricordarsi che in realtà con quella persona difficilmente ci potrà essere un futuro, quindi perché rinunciare già da subito alla propria libertà?

  1. Mai smettere di amarsi

Volersi bene e amarsi è una prerogativa che un amante single non deve mai dimenticare. Il rispetto di se stessi è molto importante, anche perché, quando si è da soli, l’altra persona invece non lo è, quindi rispettare la propria persona è fondamentale. Se in una storia del genere c’è qualcuno che sbaglia, sicuramente non siete voi!

  1. Non prestare assistenza o favori particolari

Mai diventare benefattori di chi non ha mai concesso onori all’amante single! Cosa vuol dire? semplicemente che un po’ di sano egoismo non fa male e che nel caso ci siano delle necessità da affrontare nella famiglia dell’amante sposato di certo non tocca all’amante single provvedere.

Chi vivi un rapporto predatorio, ovvero in cui l’amante single diventa preda dell’amante sposato, rischia di rimetterci anche le penne nel caso ci siano problemi finanziari o robe del genere.

Cosa fare in questi casi? Beh, meglio evitare di restare invischiati in  faccende private commettendo degli errori è sacrosanto e quindi meglio che provvedano loro esigenze, tanto dall’altra parte non ci sarebbero ugualmente onori o riconoscimenti.

I problemi possono essere anche di natura familiare o altro, ma in ogni caso tenersi fuori è sempre la cosa migliore da fare per non avere conseguenze. Essere cercati solo per convenienza è brutto e sono in tanti che cascano in tranelli del genere, uscendone martoriati e delusi. Un amante single deve prima di tutto pensare a se stesso e al suo bene.

  1. Non parlare mai del partner stabile

Una cattiva abitudine delle persone sposate che hanno un amante single è quella di riversare su di esso tutte le critiche e le polemiche sul coniuge.

L’amante diventa una sorta di contenitore su cui rovesciare ogni sorta di epiteto attribuito al coniuge, con la conseguenza di lasciare nel suo animo una profonda tristezza. Invece, per il coniuge sposato è uno sfogo che lo libera e lo fa sembrare più leggero. Rifiutarsi quindi di accettare queste condizioni e mettere tutto in chiaro fin dal primo momento.

  1. Se si soffre a fare l’amante meglio abbandonare

Vale la pena soffrire se si è nelle condizioni di rivestire il ruolo di amante single? Quanto ci vuole per capire che la persona con cui intrattenete la relazione non lascerà mai il coniuge e tantomeno penserà di fuggire per vivere una storia alla luce del sole? In questi casi la cosa migliore è andare via e buttare l’amore in un cassetto, chiuderlo e non aprirlo mai più!

Tuttavia, chi riuscirà a prendere una decisione del genere sarà soltanto colui o colei che non ha alcuna voglia di accontentarsi di una storia d’evasione e allora, come via d’uscita, vede solo quella di fuggire a gambe levate da quella storia e di riproporsi al mondo fieri della propria libertà riconquistata.

  1. Tenere presente che per il fedifrago siete il superfluo

Ricordarsi sempre che il fedifrago è qualcuno che ha già qualcosa di cui però è scontento e che lo soddisfa, ma che tuttavia è meglio tenere e avere qualcun altro su cui poter contare. Ma in un bel momento potrebbe stancarsi perché anche questo non va più bene e quindi l’amante single tornerà più single che mai.

Quanti amanti sono diventati partner ufficiali? Pochissimi, è vero, quindi, chi si trova nella condizione di amante single di qualcuno sposato non vada avanti con la speranza di diventare il partner ufficiale, perderebbe in partenza la scommessa.

Sono invece tantissimi i vigliacchi che non hanno il coraggio di scegliere ma che invece hanno trovato il coraggio di abbandonare gli amanti. Ad un certo punto questo, che però lo era già, diventa superfluo.

  1. Usare la ragione e non il sentimento per non subire una batosta

Benché siano i sentimenti a far da padrone nelle storie d’amore, è chiaro che in presenza di un amante single innamorato, che ha diritto solo alle briciole, non potrà mai essere felice. Per evitare sofferenze inutili, quindi, lasciare da parte i sentimenti e ragionare con la testa, evitando di lesinare amore e affetto.

Piuttosto, meglio vivere i sentimenti triangolari con estrema libertà, senza però abbassare mai la guardia. In un bel momento, infatti, l’amante sposato potrebbe decidere di troncare per paura di essere scoperto dal coniuge e poiché non vuole perdere gli agi e le comodità, meglio rinunciare all’amante.

Ecco, questa è la batosta che potrebbe riservare un amante sposato, che alla fine sceglie quello che ha già perché gli conviene!