Perdonare un tradimento, vuol dire amare o essere deboli?

perdonare un tradimento

L’infedeltà porta via la certezza di un rapporto, le sicurezze su cui ci si è basati per tanto tempo, l’impossibilità di vedere un futuro diverso da quello attuale che si sta vivendo.

Come perdonare un tradimento?

Cosa fare quando si scopre di essere traditi? Se si perdona vuol dire o essere deboli? E’ opportuno fare chiarezza su un argomento così complesso che riguarda il tradimento di cui tutte le coppie hanno paura, che va sempre visto in funzione del contesto e della coppia.

Perdonare un tradimento sicuramente non è facile, poiché è una delle esperienze più difficili e drammatiche che possa vivere una coppia, è molto difficile sopportare il sesso extraconiugale fatto dal proprio partner.

Il dolore e la sofferenza aumentano quando ci sono di mezzo anche dei figli, poiché il pensiero va subito a loro e a cosa ne sarà se tutte le basi della famiglia verranno a mancare.

Diciamo per prima cosa che è impossibile dimenticare un tradimento: chi viene tradito non potrà mai fare a meno di pensare ai motivi che hanno condotto il partner a farlo, e quando non ce ne sono, apparentemente, sale ancora di più la rabbia verso quella ricerca di evasione che fa sentire completamente annientati.

Chi viene tradito sente mancare la terra sotto i piedi e pensa di non contare nulla per il partner, perché se fosse il contrario non avrebbe rivolto altrove le sue attenzioni. Dall’altro lato, chi tradisce deve averlo fatto per un momento di disagio, per qualcosa che non lo faceva stare bene, altrimenti non avrebbe cercato una distrazione.

Tuttavia, anche quando tutto sembra perduto, si può riflettere insieme su quel che è successo e se da entrambe le parti c’è a voglia di ricominciare si può tentare di ricostruire un rapporto ancora meglio di prima.

Per come effettivamente a molti è successo e a confermarlo sono anche psicologi e psicoterapeuti, che sostengono come ci sono molte coppie che dopo un tradimento riescono a superare quel momento difficile e a ritrovare la fiducia in loro stessi.

Ecco come perdonare un tradimento, e anche come farsi perdonare un tradimento se la persona che lo ha fatto ha davvero voglia di ricominciare daccapo!

Non soffocare il dolore, ma vivere le proprie emozioni

Il dolore per un tradimento è molto grande e chi lo prova sente addosso un incredibile senso di angoscia, tale da fare stare male. La perdita di fiducia nella persona che ha commesso il tradimento, e con la quale si pensava di stare sempre assieme, è qualcosa difficile da sopportare. Ma è inutile soffocare le proprie emozioni, meglio prendersi tutto il tempo per sfogarsi e per esprimere tutta la rabbia che si prova, dopo ci si sentirà meglio.

Riflettere su quel che è successo e rielaborare il dolore

Il tradimento annuncia che tra la coppia c’è qualcosa che non va e per risolverlo bisogna scoprire la causa che lo ha generato. Se il partner è ancora innamorato allora vuol dire che qualcosa non è stato avvertito e che il sintomo è passato inosservato.

Tra le cause che possono far arrivare il partner al tradimento spesso c’è la nascita di un figlio e la mancanza di attenzioni da parte del coniuge: in questi casi si tratta solo di una scarica pulsionale priva di significato.

Gli psicologi affermano che nei primi anni di vita del bambino la coppia subisce una rivoluzione importante, il desiderio sessuale della mamma diminuisce perché è assorbita dal bimbo, mentre il papà ha desiderio della sua donna ma si sente relegato. Ecco che scatta il tradimento e l’uomo va a cercate fuori le attenzioni che non riceve in casa e potrebbe addirittura diventare un traditore seriale.

Perdonare vuol dire essere disponibili a ricostruire la coppia

Riparare un danno del genere richiede un grande lavoro da parte di entrambi: lui deve ammettere sinceramente di aver sbagliato, di esser pentito del dolore che ha provocato nella compagna, riconoscendo che l’altra storia non ha alcun senso, che non valeva la pena di mettere a rischio il rapporto di amore e fiducia interno alla coppia e impegnandosi a non ripetere più quel che è stato e deve rimanere un episodio isolato.

Lo sforzo più grande però sarà da parte di lei, che deve dare nuovamente fiducia al suo uomo e dichiararsi disponibile a ricominciare. E’ un passaggio indispensabile, perché solo analizzando le crepe si può riparare un edificio prima che il danno arrivi alle fondamenta. E solo a questo punto si può parlare di perdono, che non è semplicemente una concessione che lei fa a lui o un’ammissione di colpa da parte di lui, ma un impegno comune per ricostruire insieme il legame.

La crisi può diventare il punto da cui ripartire per diventare una coppia più matura

Da una crisi profonda può nascere qualcosa di più saldo e di più forte. Imparare dagli errori è possibile se si tratta di un caso isolato e non di un’abitudine.

Molto spesso si tratta solo di una sbandata, un piccolo flirt di una sera, l’avventura di una notte, ma niente di più. In altri casi, più di quanti si possa credere, può diventare però una vera e propria storia parallela che convive con la storia ufficiale. Ad ogni modo, anche se non si può dimenticare, si può comunque partire da questo considerandolo una caduta da cui però ci si può rialzare.

Migliorare nella vita è possibile, perché non ci dovrebbe riuscire anche chi ha tradito con l’aiuto e il supporto del coniuge? In questi casi l’amore può fare miracoli e può sostenere l’altro aiutandolo nel percorso di rinascita, che poi sarà anche della coppia.

E’ importante tornare imparare ad avere nuovamente fiducia

Tornare a fidarsi certamente è difficile e in questo caso il partner che ha tradito deve tranquillizzare la compagna, dovrà dare prova di sostenere la fiducia che lei riporrà di nuovo in lui. E’ comunque importante tornare a fidarsi, o almeno ci si deve provare, altrimenti si rischia di dare inizio ad una ossessione vera e propria, ad una gelosia che potrebbe diventare pericolosa e potrebbe minare il rapporto.

Per concludere

Per concludere, perdonare un tradimento è difficile, è vero, ma si può fare e sono tante situazioni che spingono a farlo, una delle quali è l’età in cui un fatto del genere accade.

Con il passare dell’età le cose cambiano, si diventa più consapevoli, si cresce insomma. Da giovani accettare un tradimento è quasi impossibile, quando si diventa più adulti si diventa anche più comprensibili e più inclini alla comprensione, al perdono. Perdonare diventa un atto d’amore, un gesto speciale verso la propria coppia, la propria famiglia, verso la propria vita.

Tutto questo accade ovviamente quando il tradimento è occasionale, mentre per chi intraprende una doppia vita non si parla neanche di perdono, anche se ci sono persone che arrivano a perdonare il partner per paura di perderlo. In questo caso l’amore non c’entra affatto, è solo debolezza e si perdona solo perché si è attaccati a quella persona e si ha paura di rimanere da soli.

Sbagliatissimo, una donna deve avere altri interessi, anche se coniugata e deve essere preparata se accade una tempesta come quella del tradimento, per resistere e non abbattersi!