Relazioni extraconiugali quanto durano?

Relazioni extraconiugali quanto durano

Relazioni extraconiugali: quanto durano? Non è un quesito al quale dare una risposta frettolosa. D’altronde sarebbe impossibile farlo, senza generalizzare.

Ogni caso fa storia a sé, visto che la durata di un tradimento dipende sempre da una moltitudine di fattori diversi tra cui anche quello di essere ad un certo punto scoperto.

La verità è che questo tipo di rapporti sono molto labili in quanto l’uomo traditore di solito preferisce cambiare partner spesso ma eccezionalmente le relazioni extraconiugali possono  avere una lunga durata.

Questo avviene quando si presentano una serie di fattori concomitanti di cui il principale e la nascita di un sentimento tra i due amanti..

Come già anticipato, una relazione extraconiugale può durare una sola notte, oppure può prolungarsi per mesi e in alcuni casi anche per diversi anni.

Può avvenire con un partner diverso per volta, oppure può capitare di vivere una storia d’amore parallela al matrimonio con la stessa persona.

Ciò che conta comunque, però, non è la durata del tradimento in sé, ma il contesto in cui esso si manifesta. Per fare un esempio, una coppia che vive gomito a gomito gran parte del tempo, difficilmente fornisce l’occasione ad uno dei due di instaurare relazioni extraconiugali prolungate.

Tradimenti decennali

Poi abbiamo i tradimenti che durano anni e anni: questa tipologia è più frequente nelle coppie più o meno consenzienti. Qui il partner tradito è a conoscenza dell’adulterio e lo accetta.

Fa finta di non vederlo per mantenere il buon nome della famiglia, o per il benessere dei figli. Lo stesso accade nelle coppie aperte: il tradimento si protrae per tanto tempo, e spesso è reciproco nonché accettato di buon grado.

Sono naturalmente casi molto distanti fra loro, ma che possono già dare una risposta al nostro interrogativo.

Quando nascono le relazioni extraconiugali?

Anche in questo caso si parla del contesto: dunque della situazione di una coppia. In base ad essa, possono svilupparsi delle tentazioni che possono spingere un individuo a tradire una sola volta, o in modo costante.

Per fare un esempio, i tradimenti occasionali una tantum sono spesso dettati da rabbia e da voglia di vendetta. Oppure sono frutto di occasioni speciali che fanno cadere qualsiasi freno: possono davvero capitare a tutti, ed esulano da qualsiasi statistica.

Anche l’insoddisfazione sessuale può portare al tradimento: qui, è più facile che le relazioni extraconiugali si facciano numerose, ma con partner diversi.

Ma le motivazioni alla base di una relazione extraconiugale sono anche altre.

Innanzitutto c’è il senso di infelicità: quando un individuo non si sente compreso dal partner, tende a tradirlo per ricercare altrove soddisfazione.

In questa casistica, i tradimenti sono spesso lunghi e avvengono con la stessa persona. E spesso si concludono con il divorzio: dunque la questione non è semplicemente fisica, ma anche mentale ed emotiva.

Se volete approfondire l’aspetto mentale del tradimento leggete il nostro articolo dedicato alla psicologia delle relazioni extraconiugali.

trovate un approfondimento sulla psicologia delle relazioni extraconiugali.

Poi ci sono le routine: routine che in una coppia non fanno mai bene. Molte persone, ad un certo punto, desiderano fuggire dalla quotidianità: e lo fanno tradendo, per sentirsi vive, o semplicemente per il brivido di fare qualcosa di sbagliato.

Leave a Reply