Come uscire da una relazione extraconugale

come chiudere una relazione extraconiugale

Se hai deciso di tagliare i ponti con l’amante, perché hai capito che non puoi più gestire la situazione, sappi che non si tratta di una missione semplice.

Tutto il contrario: in base alle testimonianze di chi ha scelto di farlo, potrebbe essere addirittura più difficile dell’interruzione di un matrimonio, ma seguendo i nostri consigli le cose saranno abbastanza semplici.

Capire come uscire da una relazione extraconiugale è un percorso che richiede l’attraversamento di diverse tappe.

Tappe che potrebbero essere molto complesse da affrontare, a seconda dei singoli casi. La ragione è legata al fatto che non sei stato da solo in questa avventura: accanto hai avuto un partner che ha accettato diversi paletti, pur di mantenere in piedi la vostra relazione occulta.

E le sue reazioni, in base al coinvolgimento emotivo o fisico, potrebbero essere molto diverse e alle volte rischiose da affrontare.

Ecco perché oggi ti spiegheremo come interrompere un rapporto extraconiugale, cercando di limitare al minimo sindacale i possibili rischi o controindicazioni.

Come chiudere una relazione extraconiugale?

Interrompere una relazione extraconiugale è una fase parecchio delicata. Quando decidi di uscire da questa relazione, devi sempre pensare che di fronte hai un essere umano, dotato di sentimenti. Sentimenti che potresti ferire, trasformandolo in un animale in cattività.

Questo implica il fatto che le sue reazioni alla tua decisione potrebbero essere molto difficili da prevedere: il rischio che possa esplodere in una scenata di gelosia o di rabbia è da prendere in considerazione.

Ma non è nemmeno da escludere che possa umiliarsi e pregarti di rimanere con lui, cercando di farti cambiare idea impietosendoti. Alle volte, tutte queste reazioni possono essere presenti insieme, alternandosi e rendendoti la vita molto difficile.

Senza poi considerare che un amante potrebbe anche decidere, per vendetta, di rivelare la vostra relazione extraconiugale al tuo coniuge: un rischio che purtroppo sarai costretto a correre. Ma quali sono i passaggi da affrontare per interrompere una storia di tradimenti?

Sii sincero quando lasci l’amante

Prima di ogni altra cosa. Quando cerchi di comprendere come uscire da una relazione extraconiugale, devi anche capire che dovrai farlo sinceramente: dunque spiegando al tuo amante le reali motivazioni che ti hanno spinto verso questa decisione.

Se comincerai ad accampare scuse, non farai altro che rendere più difficile questa rottura: il che significa che potresti correre più rischi.

Inasprendo questa separazione, infatti, è molto probabile che dovrai successivamente affrontare tutte le conseguenze delle tue azioni. Il tuo scopo primario, invece, è ridurle quanto possibile.

Evitare di umiliare i sentimenti di chi hai di fronte

La chiusura del rapporto dev’essere morbida: e per renderla tale, dovrai per forza di cose rispettare chi hai davanti.

La persona che hai di fronte, infatti, ha condiviso con te dei momenti intimi e importanti: sarebbe da sciacalli trattarla come un fazzoletto usa e getta.

Questo vuol dire che dovrai sottolineare una motivazione davvero seria e credibile, per giustificare l’interruzione della vostra relazione: così facendo, gli consentirai di non sentirsi come un oggetto.

E spesso le voglie di rivalsa nascono proprio da questa sensazione: annullandola, potrai sentirti un po’ più sicuro della tua scelta.

Valutare le conseguenze e prevenire possibili reazioni

Anche nel caso in cui tu abbia seguito alla lettera i consigli di questa guida su come uscire da una relazione extraconiugale, è possibile che le reazioni negative emergano ugualmente.

Prima di mettere fine al tuo tradimento, quindi, è sempre il caso di considerare a priori la possibilità che il tuo amante possa reagire in modo molto negativo alla tua presa di posizione. Questo significa che è sempre meglio eliminare qualsiasi prova del tradimento, rendendo la possibile vendetta da parte sua più complicata e meno credibile.

Sarebbe il caso di evitare di arrivare a questo punto ma, come sicuramente saprai, prevenire è sempre meglio che curare.